Petrovskij Passazh

Lo shopping è sempre una goduria, ma perché non unirvi il piacere di farlo in un edificio storico, un gioiello architettonico della capitale russa?

Se non amate le grandi folle di turisti, allora invece che al Gum potete dirigervi qua. Sebbene questa galleria commerciale sia significativamente più piccola della sorella che sorge sulla Piazza Rossa, anche qui potrete ammirare l’architettura neoclassica e una enorme cupola in vetro e acciaio, progettata sempre da Vladimir Shukhov.

Questo passage (passazh nella traslitterazione russa) venne costruito nel 1906 dalla proprietaria dei noti Bagni Sanduny, la banja più esclusiva della città, la mercantessa Vera Firsanova (1862-1934). Qui si trovavano i punti vendita dei principali commercianti moscoviti, tra cui quello di pasticceria della famosa dinastia dolciaria degli Abrikosov.

Nel periodo sovietico, l’edificio fu nazionalizzato e divenne sede di una fabbrica che confezionava la biancheria per l’Armata Rossa, poi di un centro di ricerca scientifica, e con la Seconda guerra mondiale, si trasformò in appartamenti in comune, le kommunalki, per i moscoviti rimasti senza casa per via dei bombardamenti.

Oggi nel Petrovskij Passazh potrete trovare boutique di lusso e caffè alla moda: è diventato un centro commerciale come altri della capitale, ma con un’architettura fantastica.