Il museo Fabergè di San Pietroburgo

Il museo Fabergé di San Pietroburgo ospita la più grande collezione al mondo di opere di Peter Carl Fabergé, comprese nove Uova (non commestibili, ovviamente) della sua famosa collezione imperiale.

Gioielliere degli zar fino alla rivoluzione bolscevica, Fabergé ideò le sue famose uova con gemme incastonate tra il 1885 e il 1916, su commissione degli zar Alessandro III e Nicola II, che le vollero offrire come dono pasquale alle loro amate.

Al museo Fabergé è possibile trovare l’Uovo con gallina, il primo mai prodotto per la famiglia reale.

In totale fu prodotta circa una cinquantina di queste uova dal valore inestimabile, ma solo quarantatré sono sopravvissute al tempo.

Le uova Fabergé della collezione imperiale furono esposte pubblicamente per la prima volta nel 1900, in occasione della Exposition Universelle di Parigi, rendendo noto il nome del gioielliere in tutta Europa.

Il museo è ospitato nel Palazzo Shuvalov, edificio di epoca zarista ristrutturato di recente che si trova sul terrapieno del fiume Fontanka.

Meritevole di essere visto, il Palazzo Shuvalov racchiude al suo interno una sfarzosa scalinata imperiale, una mostra di icone religiose russe risalenti al sedicesimo secolo e una collezione di portagioie dell’era zarista.